è disponibile il nuovo ricettario APIO

foto_ricettario_APIO_2016Frutto della collabrazione con nutrizionisti, naturopati e cuoche specializzate in cucina naturale, il nostro ricettario “La ricetta della Salute” è il risultato di due anni di corsi di “sana alimentazione” promossi da APIO per migliorare la salute e la qualità della vita.

Il ricettario è disponibile per tutti presso la sede di APIO e durante le varie manifestazioni e attività promosse dall’associazione.

ASSEMBLEA ANNUALE DEI SOCI

Giovedì 19 maggio alle ore 20,45 presso il Centro Pastorale Parrocchiale di Mogliano – piazzetta Mons. Fedalto n.1, i soci APIO sono invitati all’ASSEMBLEA ANNUALE.

“Cari soci, il 2015 è stato un anno denso di attività che ha visto protagonista la nostra associazione nel perseguire l’impegno nella prevenzione e nel sostegno di chi vive o ha vissuto la malattia oncologica…”

Vi aspettiamo numerosi e vi ricordiamo che nell’occasione saranno distribuiti i ricettari “Le ricette della Salute”…

Ottobre in Rosa 2015

Galleria

da molti anni OTTOBRE è il mese dedicato alla PREVENZIONE DEL TUMORE AL SENO. Apio assieme al dipartimento di prevenzione dell’ULSS 9 e a lla LILT propone alcune interessanti iniziative: LA MARCIA IN ROSA e la proiezione del film ANNIE … Continua a leggere

Pubblicato in News

APIO in visita all’Orto Botanico di Padova

dopo il successo della serata del 29 aprile: “erbe spontanee e medicinali del nostro territorio” condotta dall’erborista moglianese Samuele Reina, domenica 21 giugno, sempre accompagnati dal nostro sostenitore Samuele, in una stupenda giornata di sole abbiamo visitato l’antico l’orto botanico di Padova (fondato nel 1545, è il più antico orto botanico universitario nella sua collocazione originaria al mondo).

Samuele ci ga guidato alla scoperta dell’affascinante mondo delle piante medicinali e non del nostro territorio, piante che un tempo costituivano per l’uomo l’unica opprtunità di terapia, ma che anche oggi vengono considerate ed utilizzate con successo per il benessere dell’uomo.

Ringraziamo tutti Samuele che con pazienza e semplicità ci ha fatto scoprire “l’orto dei semplici”: (varietà vegetali con virtù medicamentose).

CI TIENI ALLA PELLE?

L’IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE E DIAGNOSI PRECOCE
La prevenzione primaria è basata sull’educazione della popolazione a ridurre l’esposizione ai raggi solari soprattutto in età giovanile e ad eseguire un autoesame cutaneo ogni tre mesi.

SE CI TIENI ALLA PELLE Il Servizio di Dermatologia della U.L.S.S. N.9 è attivo presso il Poliambulatorio di Mogliano Veneto da alcuni mesi.
La pelle con i suoi annessi, unghie e capelli è l’organo più grande del corpo umano e occupa una superficie di circa 2 mq. Una parte sempre più consistente dell’attività del dermatologo è occupata dalla Dermatologia Oncologica, finalizzata alla prevenzione, diagnosi e cura di tutte le patologie tumorali cutanee. In particolare per il melanoma si registrano in Italia ogni anno circa 6000 nuovi casi ed è al quarto posto tra i tumori più frequenti nella popolazione tra  0 e 44 anni.

SOGGETTI A RISCHIO

•    Pelle, capelli, occhi chiari, facilità alle scottature
•    Precedenti di scottature solari gravi durante l’infanzia e/o l’adolescenza
•    Numerose lentiggini
•    Abuso di lampade abbronzanti
•    Più di trenta nevi
•    Precedenti di melanoma in famiglia
•    Nevi di forma, dimensione e colore molto vari

NEVI A RISCHIO
•    Nevi congeniti, grandi oltre i venti centimetri
•    Nevi insorti da poco tempo e che tendono a crescere piuttosto rapidamente
•    Nevi molto scuri
•    Nevi modificati nel tempo
•    Nevi acquisiti, più grandi di 6 millimetri
•    Nevi localizzati in zone soggette a traumatismi
La prevenzione secondaria prevede nel percorso assistenziale una visita dermatologica, che contempla un esame clinico per la valutazione delle lesioni pigmentate cutanee e, nel caso di dubbio diagnostico, l’esame dermoscopico. Questo esame migliora la capacità di diagnosi differenziale tra lesioni melanocitarie e non melanocitarie, tra lesioni benigne e maligne.
La valutazione diagnostica finale integra la valutazione clinica con quella dermoscopica, rilevata dal dermatologo. Nel caso durante la prima visita si evidenzino uno o più nevi bisognosi di ulteriori controlli programmati, il dermatologo prescrive la videodermatoscopia. Per i nevi valutati a rischio, si programma direttamente l’asportazione chirurgica.
Il Dermatoscopio digitale consente un’acquisizione delle immagini per il controllo dell’evoluzione della lesione nel tempo, sia per quanto riguarda le dimensioni, che le caratteristiche cromatiche.
Il Dermatoscopio digitale, attualmente in dotazione nella sede di Mogliano Veneto, è stato donato dalla APIO onlus.

Dott. Michele Petronelli
Servizio di Dermatologia U.L.S.S. N. 9